IUPPITER GROUP | MEDIA • IuppiterNews • Iuppiter TV • Chiaia Magazine • La rivista del mare | LIBRI • Catalogo • Store
 
CHI SIAMO
HOME
NEWS
OBLO'
LE ATLANTIADI
TESORI MEDITERRANEI
CAPITANO MIO CAPITANO
DIMENSIONE BLU
OLTREMARE
LA CAMBUSA
MARE E LETTERATURA
LE PERLE
LE CONCHIGLIE
INSENATURE

  perle


 
Voglio andare al mare con…Vasco Rossi
Il grande successo dell’album «Siamo solo noi»
di Gianluca Massa
15.09.2007
Nell’estate del 1981 gli italiani seguirono Vasco Rossi al mare. Il rocker di Zocca arrivò nella classifiche nazionali con la canzone Voglio andare al mare, secondo singolo estratto dal suo quarto album Siamo solo noi, un disco che sancisce l’ascesa di uno dei più grandi cantanti rock in Italia. Con Voglio andare al mare Vasco Rossi si cala nei panni di uno scapigliato Bob Marley, e si adagia su un reggaettino atipico quanto trascinante. Nato di getto in un afoso pomeriggio bolognese da un’improvvisazione del chitarrista Massimo Riva, (chitarra storica della band di Vasco assieme a Maurizio Solieri) il singolo si impone subito al grande pubblico per la sua freschezza musicale e la leggerezza del testo. Il mare è inteso come luogo balneare in cui divertirsi e rilassarsi, ma anche come un posto ben frequentato da donne che prendono il sole in assoluta libertà. Così Vasco le sogna nude, assolate sulle spiagge, con un desiderio irrefrenabile di poterle toccare. Una canzoncina allegra e spensierata che segue la musicalità del reggae, tanto di moda in qual periodo, su cui c’è un aneddoto curioso: il tagliandino sui juke-box di quell’estate riportava il titolo della canzone Siamo solo noi, ma al suo posto suonava invece Voglio andare al mare. Questa grossolana distrazione della distribuzione, costò l’esclusione di Vasco dal Festivalbar. Ma poco importa, visti gli ottimi risultati riportati sia da questo suo singolo estivo che dall’intero album. La titletrack Siamo solo noi è ancora oggi considerata come un inno generazionale. Un vero e proprio manifesto per quella “generazione di sconvolti” che da sempre si esprime con le parole dei testi del cantante emiliano, ondeggiando il capo a tempo di rock. E Vasco è uno che il rock lo sa fare: lo dimostra anche in questo quarto album con canzoni ritmiche ed ironiche come Ieri ho sgozzato mio figlio e Dimentichiamoci questa città, suo primissimo video musicale. Ma oltre al sound arrabbiato e provocatorio c’è anche quello dedicato all’amore. Lo dimostrano sia la dolce ballata Incredibile romantica che la graffiante quanto disillusa Brava. L’album si chiude con il blues stralunato di Valium. La canzone contiene una citazione della famosissima La gatta, omaggio al suo caro amico Gino Paoli (che gli ricambierà il favore nel 1991 cantando uno stralcio del ritornello di Vita spericolata nel finale di Quattro amici). Siamo solo noi è un album ben curato sopratutto nei suoni e negli arrangiamenti, in cui «Blasco» mette in luce la sua anima puramente rock ed il suo spirito irridente e provocatorio. Un disco che, negli anni, ha visto cambi di copertina ad ogni ristampa, ma che ha mantenuto lo spirito e la grinta del debutto.
 
AUTORE: VASCO ROSSI
ALBUM: SIAMO SOLO NOI
ANNO: 1981
CANZONI: VOGLIO ANDARE AL MARE, VALIUM
PREZZO: €10,90
 
 
        indietro
 
larivistadelmare.it è un progetto IUPPITER GROUP tutti i diritti sono riservati p. iva 07969430631 - 2005/2014