IUPPITER GROUP | MEDIA • IuppiterNews • Iuppiter TV • Chiaia Magazine • La rivista del mare | LIBRI • Catalogo • Store
 
CHI SIAMO
HOME
NEWS
OBLO'
LE ATLANTIADI
TESORI MEDITERRANEI
CAPITANO MIO CAPITANO
DIMENSIONE BLU
OLTREMARE
LA CAMBUSA
MARE E LETTERATURA
LE PERLE
LE CONCHIGLIE
INSENATURE

  oblo


 
Una giornata di mare e legalità
L’Asgam “Libera” la spiaggia della camorra
di Alice Gatto
23.07.2010
Il 25 luglio l'Asgam Onlus e l'Associazione "Libera", con la collaborazione della Pro Loco Baia e delle Associazioni "Tutti a Scuola" e "Nuovi Orizzonti, del Centro Diurno Progetto Oasi Onlus ed i Pionieri della Croce Rossa Italiana, hanno organizzato una piacevole e conviviale giornata dedicata alla pulizia della spiaggia di pertinenza di Villa Ferretti, la villa confiscata alla criminalità organizzata, situata proprio sotto il Castello di Baia a Bacoli.
L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Comune di Bacoli che, nella persona del sindaco Ermanno Schiano, ha voluto concedere l'uso della spiaggia all'Asgam Onlus, l’associazione, che aiuta bambini disabili e disagiati a scoprire e vivere il mare utilizzando beni confiscati al crimine. Uno di questi è il peschereccio S.Rita che recentemente, grazie all’Asgam, ha ospitato i piccoli pazienti oncologici dell’ospedale Pausilipon in un tour del golfo di Napoli.
La pulizia della spiaggia di Villa Ferretti ha rappresentato inoltre un momento di fondamentale incontro tra le associazioni operanti sul territorio, le istituzioni ed i cittadini, entusiasti per l'importante esempio di valorizzazione di un bene confiscato e riutilizzato operativamente dall’Asgam Onlus, associazione costituita prevalentemente da militari della Guardia di Finanza.
Una giornata di mare e legalità quindi, ma anche culinaria: grazie alla coordinazione delle associazioni e del contributo personale dei partecipanti sono stati cucinati i paccheri di don Peppe Diana, fatto col grano prodotto in un bene confiscato a Pignataro, raccolto ai primi di agosto da decine di ragazzi provenienti da tutt'Italia, arrivati a Castel Volturno, in un terreno confiscato al camorrista Michele Zaza, per contribuire a creare la prima cooperativa Libera Terra della Regione Campania.
 
        indietro
 
larivistadelmare.it è un progetto IUPPITER GROUP tutti i diritti sono riservati p. iva 07969430631 - 2005/2014