IUPPITER GROUP | MEDIA • IuppiterNews • Iuppiter TV • Chiaia Magazine • La rivista del mare | LIBRI • Catalogo • Store
 
CHI SIAMO
HOME
NEWS
OBLO'
LE ATLANTIADI
TESORI MEDITERRANEI
CAPITANO MIO CAPITANO
DIMENSIONE BLU
OLTREMARE
LA CAMBUSA
MARE E LETTERATURA
LE PERLE
LE CONCHIGLIE
INSENATURE

  oblo


 
America's Cup, ecco il format della manifestazione
Match race, regate di flotta e prove di velocità
di Redazione
09.03.2012
Il primo evento del 2012 dell’America’s Cup World Series si svolgerà a Napoli tra il 7 e il 15 aprile e il Comitato Organizzatore ha reso noto il format dell’evento. Il programma, articolato su regate di flotta, match race e prove di velocità, permetterà ai velisti di mettersi nuovamente alla prova a bordo degli impegnativi AC45, catamarani dotati di ala rigida. “Abbiamo apportato alcune piccole modifiche al format dopo la conclusione dell’evento di San Diego, che ha chiuso il 2011 – ha spiegato il direttore dell’evento, Iain Murray – Ci siamo confrontati con I team e abbiamo fatto valere l’esperienza maturata nel corso delle tappe svolte nel corso dell’anno passato. Credo che il programma ora sia più forte: ogni regata conterà ai fini del campionato e tutti i team saranno impegnati tutti i giorni, particolare che riteniamo molto importante”. Il weekend di apertura rappresenterà un’opportunità da non perdere per i team, che avranno modo di verificare la loro preparazione in vista delle regate valide per il campionato. Il programma prevede l’inizio della competizione sabato 7 aprile, quando si disputeranno diversi duelli uno contro uno. Gli accoppiamenti saranno determinati dalla classifica dell’AC World Series Fleet Race Championship. La domenica, invece, i team saranno chiamati alla disputa di tre regate di flotta di 15 minuti. Seguiranno quindi due giorni di riposo e l’inizio, a far data da mercoledi 11 aprile, delle regate di qualificazione per l’evento di match race – il Match Racing Championship – che si disputerà sabato. Tra mercoledi e sabato i team daranno vita a undici regate di flotta, inclusa una prova di circa 40 minuti, utili a determinare i quattro team che avanzeranno verso le semifinali e le finali del match race. L’ultimo giorno della manifestazione, domenica 15 aprile, si aprirà con la disputa degli AC500 Speed Trial, nel corso dei dei quali ogni team si metterà alla prova su un percorso lungo 500 metri. L’equipaggio che coprirà il percorso nel minor tempo sarà incoronato come vincitore della prova. Conclusi gli Speed Trial, gli equipaggi verranno impegnati in una regata winner-takes-all della durata di circa 40 minuti che assegnerà il titolo di vincitore del Fleet Race Championship. Si tratterà di una prova che non ammetterà errore alcuno. Tutte le regate comprese tra l’11 e il 15 aprile saranno trasmesse in diretta su www.youtube.com/americascup. Se nel corso degli eventi del 2011 a farla da padrone sono stati Emirates Team New Zealand e Oracle Racing Spithill, c’è da scommettere che le cose cambieranno nel corso el 2012. Oltre ad Artemis Racing, altro osservato speciale sarà Luna Rossa, al debutto proprio nelle acque di Napoli. Nonostante l’ingresso tardivo nel circuito, il team italiano impegnerà due AC45 nei restanti appuntamenti dell’AC World Series. “E’ davvero fantastico vedere che un team come Luna Rossa ha deciso di unirsi all’AC World Series – ha detto Iain Murray – Già nelle ultime fasi delle tappe disputate nel 2011 abbiamo visto quanto è cresciuto il livello della flotta, con i team francesi e Team Korea in grado a più riprese di inserirsi nella lotta di vertice. A Napoli, con Luna Rossa tra le boe, le regate non potranno essere che combattute ed entusiasmanti”. Fonte: sito ufficiale America's Cup
 
        indietro
 
larivistadelmare.it è un progetto IUPPITER GROUP tutti i diritti sono riservati p. iva 07969430631 - 2005/2014