IUPPITER GROUP | MEDIA • IuppiterNews • Iuppiter TV • Chiaia Magazine • La rivista del mare | LIBRI • Catalogo • Store
 
CHI SIAMO
HOME
NEWS
OBLO'
LE ATLANTIADI
TESORI MEDITERRANEI
CAPITANO MIO CAPITANO
DIMENSIONE BLU
OLTREMARE
LA CAMBUSA
MARE E LETTERATURA
LE PERLE
LE CONCHIGLIE
INSENATURE

  oblo


 
America's Cup, Ferrara: "Contro il Nauticsud azione sinergica"
Lettera aperta agli imprenditori del turismo
fonte Ansa
05.04.2012
Il Presidente dell'Unione Nazionale Armatori da Diporto, Lino Ferrara, dimissionario da Nauticsud, con una lettera aperta inviata agli imprenditori del turismo nautico che negli anni hanno riposto fiducia in Nauticsud “fiore all'occhiello della Regione Campania”, interviene sul ridimensionamento della manifestazione.
“Come avrà avuto modo di apprendere dagli organi di stampa - scrive Ferrara - l'imprevisto e imprevedibile spostamento delle prove di Coppa America da Bagnoli a Mergellina, senza la minima sensibilità istituzionale dei vertici di ACN (America's Cup Napoli srl, società di scopo per la realizzazione delle prove di Coppa America a Napoli) nei riguardi dei i vertici di Mostra d'Oltremare (spa partecipata pubblica) titolari del marchio Nauticsud con il mancato preventivo coordinamento, hanno determinato un primo forte fattore di crisi costato a questa manifestazione l'annullamento della programmata parte a mare”.
“L'annullamento imprevisto e imprevedibile - aggiunge Ferrara - è stato comunicato solo nella seconda metà di marzo 2012 dalla concedente Autorità Portuale di Napoli motivata con 'l'esclusione in assoluto, di ogni altra manifestazione nei luoghi impegnati dalle prove di Coppa America a Napoli”.
“L'accavallarsi di date del primo fine settimana di Nauticsud (14-22 aprile) con le finali delle prove di Coppa America (7-15 aprile) inizialmente salutato come fattore sinergico e positivo a favore di un auspicato ed atteso rilancio del territorio, si è poi rivelato un ostacolo imprevisto e imprevedibile al punto che gli uffici di Mostra d'Oltremare pur di dare la continuità che la manifestazione Nauticsud meriterebbe, nel considerare scelte difficili in grado di determinare nuovi scenari ed opportunità per il rilancio della manifestazione, decidono di dimezzarla ulteriormente con nuove date 19-22 aprile anziché 14-22 aprile, giova ricordarlo, date concordate con tutti gli espositori del settore nautico sin dalla scorsa edizione e quindi ancor prima di conoscere le date delle prove di Coppa America a Napoli ufficializzate solo in occasione della conferenza stampa di presentazione che si è tenuta al Castel dell'Ovo il 17 ottobre 2011 allorquando Bagnoli era designata come sede delle regate”.
“Nella mia qualità di Presidente di questa manifestazione, - scrive ancora il Presidente dell'Unione Nazionale Armatori da Diporto - per la quale mi sono speso negli anni senza risparmio di forze e risorse, per il rilancio Internazionale del turismo nautico in Campania, ritengo inaccettabile l'ambito di marginalità in cui viene improvvisamente e imprevedibilmente relegata Nauticsud, adottando la difficile e sofferta decisione delle dimissioni contrassegnando con questo sofferto gesto la diversità nella visione di sviluppo strategico da anni proposto”.
“L'apprezzata valorizzazione oggi del water front - aggiunge Lino Ferrara - la parziale pedonalizzazione di Via Caracciolo, il raddoppio del traffico sulla retrostante Riviera di Chiaia e l'avanzamento del verde comunale fino al mare sono cose dette e ridette nel corso degli anni a nome di Nauticsud, la manifestazione Campana ispirata al turismo nautico, con l'uomo e l'ambiente che lo circonda al centro degli interessi”.
“Questa scelta strategica adottata sin dall'inizio della mia Presidenza - aggiunge - ha evidentemente ostacolato interessi specifici di lobby riconducibili ad un cartello di costruttori navali e organizzatori di altri saloni che consapevoli del valore della manifestazione Nauticsud in continua espansione, in un momento di recessione e crisi delle produzioni metteva in discussione l'incontrastata leadership del Salone di Genova.
Oggi mentre si discute se continuare a mantenere annualmente l'appuntamento al Salone Nautico di Genova, (organizzato da UCINA) oppure, data la crisi trasformarlo in appuntamento biennale, Nauticsud viene messo in ginocchio dalle prove di Coppa America, unico episodio che viene gestito dai vertici di Confindustria Napoli. L'evento velico per quanto clamoroso non può far scomparire l'appuntamento di Nauticud alla Mostra d'Oltremare che con grande sacrificio viene organizzato da ben 43 anni con il supporto delle Istituzioni azioniste di Mostra d'Oltremare (Regione Campania, Provincia di Napoli, Comune di Napoli, Camera di Commercio di Napoli)”. “Questi enti - conclude Lino Ferrara - non possono non intervenire al fianco del Presidente Morra per scongiurare la malaugurata ipotesi di annullamento di questo tradizionale appuntamento, che ha sempre svolto la sua funzione di attrattore turistico nella Regione Campania, il sacrificio delle mie dimissioni visto che sono stato preso di mira dai citati ambienti serva a salvare Nauticsud”.
 
        indietro
 
larivistadelmare.it è un progetto IUPPITER GROUP tutti i diritti sono riservati p. iva 07969430631 - 2005/2014