IUPPITER GROUP | MEDIA • IuppiterNews • Iuppiter TV • Chiaia Magazine • La rivista del mare | LIBRI • Catalogo • Store
 
CHI SIAMO
HOME
NEWS
OBLO'
LE ATLANTIADI
TESORI MEDITERRANEI
CAPITANO MIO CAPITANO
DIMENSIONE BLU
OLTREMARE
LA CAMBUSA
MARE E LETTERATURA
LE PERLE
LE CONCHIGLIE
INSENATURE

  news


 
America's Cup: partenza in salita per Luna Rossa
Oracle e New Zeland al comando dopo la prima giornata di regate
di Rita Giuseppone
11.04.2012

Le acque del golfo di Napoli non hanno portato bene al team italiano Luna Rossa che al termine della prima giornata di regate dell’America’s Cup World Series non ha fatto registrare un risultato esaltante. I catamarani della squadra palermitana, Swordfish e Piranha, si sono piazzati rispettivamente al penultimo e all’ultimo posto nella seconda regata di flotta. Come previsto, la parte del leone l’hanno fatta il team Oracle e i neozelandesi dell’Emirates team.
Netta la supremazia dello skipper James Spithill, che nella prima regata di flotta, al termine dei 9 giri ha tagliato per primo il traguardo, portando alla vittoria uno dei due catamarani del team Oracle dopo 39 minuti e 39 secondi. La prima giornata di gare si è aperta con un clima nuvoloso e molto ventilato (vento di Sud-Ovest), condizione ideale per le regate, meno per il pubblico assiepato sui bordi del lungomare Caracciolo - decisamente più esiguo di quello festaiolo dello scorso Lunedì d’Albis - e per i curiosi che hanno seguito la competizione dal maxischermo installato nella Villa Comunale. La prima regata di flotta è cominciata alle 14.15 dopo che il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, ha dato il via alla manifestazione dalla barca della giuria. Subito i primi colpi di scena: il rientro ai “box” del team China, che ha dovuto ritirarsi per un problema al fiocco, e uno spettacolare ribaltamento del catamarano svedese Artemis Racing, scuffiato all’ultima bolina, dopo aver tenuto testa ad Oracle per diversi giri. Alle spalle di Spithill, a 2 minuti e 52 secondi si è posizionato il team francese Energy, terzi i neozelandesi del team Emirates con 3 minuti e 29 di distacco dagli americani. La gara 2 è stata altrettanto tecnica ma più combattuta: col peggiorare delle condizioni del tempo Oracle ha dovuto faticare di più per mantenere le prime posizioni, innescando da subito un testa a testa col catamarano neozelandese che si è imposto al termine di sette giri col tempo di 22 minuti e 25 secondi. Secondo classificato il team Korea, che nella seconda manche ha sfoderato strategia molto spregiudicata, terzo Spithill con Oracle, mentre l’altro AC45 del team americano, guidato da Darren Bundock, è stato costretto al ritiro. Quarto il team francese Energy, protagonista di fasi concitate in una virata testa a testa col catamarano Swordfish di Luna Rossa. Le due imbarcazioni del team palermitano si sono piazzate agli ultimi due posti con 4 minuti e 13 secondi di scarto rispetto al team Emirates. Annullata per cattive condizioni meteo la terza regata, la classifica generale vede al comando Emirates New Zeland e Oracle Spithill con 18 punti, seguiti dai team Korea e Energy a 16, poi i due catamarani di Luna Rossa a 10 e Oracle Bundock a 6. Fanalino di coda a zero punti Artemis Racing e team China.

 

 

 

 
        indietro
 
larivistadelmare.it è un progetto IUPPITER GROUP tutti i diritti sono riservati p. iva 07969430631 - 2005/2014